Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
Ritorno al Futuro
21
Ott

Back to the Future is Today

Pensate che gli americani hanno fatto Back to the Future (Ritorno al Futuro), e noi A spasso nel tempo. Quello con De Sica, Ezio Greggio e se non ricordo male una prorompente Ela Weber. Va beh, riflessione mia, che sorge pure spontanea perché proprio oggi, 21 ottobre 2015, si celebra il “Ritorno al Futuro Day“: nel film Ritorno al Futuro – Parte II (Back to the Future II, in inglese) oggi è il giorno in cui i due protagonisti dei film “arrivano” nel futuro ed è festeggiato da tutti i fan della saga di Ritorno al Futuro. Oltre a un giorno, c’è anche n’ora ben precisa: l’arrivo nel futuro è alle 4.29 p.m., le 16.29. Ritorno al Futuro è una trilogia di fantascienza diretta dal regista statunitense Robert Zemeckis, che ne scrisse anche la sceneggiatura insieme a Bob Gale. Il primo film è uscito più di trent’anni fa, il 3 luglio del 1985; il
secondo film è uscito nel 1989 e il terzo film è uscito nel 1990. Per chi non li avesse mai visti, il canale YouTube Burger Fiction li ha riassunti tutti e tre in un video che dura poco più di un minuto.

Sembrava davvero lontanissimo il futuro descritto dai girati, e invece è stato paradossalmente una serie premonitricedi alcune delle tecnologie più comuni dei giorni nostri. Ne ho raccolte alcune, rileggere mi ha fatto pensare a darwin e a una serie di cose che però ve la farebbero scendere, quindi VIA CON IL LISTONE!

Google glass from the eighties

Doc utlizza un binocolo in grado di fornire informazioni sulle persone che inquadra: ecco l’antenato dei Google Glass o i Microsoft Holo Lens. E anche la realtà virtuale compare nel film: Marlene, la figlia di Marty, si mette uno schermo intorno alla testa per rispondere a una telefonata.

Touch Id

Nel film si raccolgono fondi per salvare la torre dell’orologio di Hill Valley e i donatori versano il loro contributo con l’impronta di un dito. Anche i taxi si pagano con la scansione dell’impronta: ecco la tecnologia «Touch Id» che oggi permette di sbloccare il proprio smartphone con le impronte digitali e anche di usarlo per effettuare pagamenti.

La Domotica

Quando jennifer viene riportata a casa dalla polizia, la casa lasaluta eaccende la luce. Anche la domotica è realtà.

Skateboard volanti

Anche lo skate volante ègià diventato realtà con l’Hendo Hoverboard (in vendita a 10.000 dollari). Anche Lexus sta lavorando a una tecnologia per una tavola magnetica che permette di fare piccole evoluzioni.

Videochiamami

In Ritorno al futuro II, Marty viene licenziato dal capo con una videochiamata che ricorda molto quelle che facciamo con skype o facetime

Droni

Marty a un certo punto si trova davanti un drone che porta a spasso un cane. Non ne abbiamo ancora di così sofisticati, ma in compenso abbiamo inventato droni che scattano fotografie e video, monitorano l’andamento delle epidemie e proteggono la fauna dal bracconaggio, che consegnano pacchi.

Scarpe che si allacciano da sole.

Qui forse siamo andati anche oltre: ora ci sono esoscheletri capaci di sostenere la muscolatura di persone prima costrette in sedia a rotelle, e di riportarle alla mobilità. Gli stessi dispositivi sembrano poter fornire prestazioni extra agli atleti o donare super poteri fisici in ambito militare. Nike a gennaio 2015 ha confermato l’arrivo delle Nike MAG con Power Laces, by the way.

Tv da cribs

Gli schermi ultrapiatti che si vedono nel film sono ormai diventati realtà nella nostra società. Che è andata anche oltre: oggi infatti abbiamo anche schermi pieghevoli e avvolgibili come quelli messi a disposizione dalla tecnologia OLED per e-reader, tablet e cellulari del futuro.

Video Games senza mani “Un videogames in cui si devono usare la mani?

Allora è un gioco da bambini!”: dicevano i due mocciosi (uno era un piccolo Elijah Wood) a Marty nel Cafè 80. Ora abbiamo Kinect.

Computer parlanti interattivi

Grazie a apple abbiamo Siri con cui possiamo intrattenere discorsi. Tutti i film 3D Oggi il proliferare dei film in 3d è quasi impressionante. Non credo che vedremo mai Lo Squalo 19 ma hanno anche previsto nel 2015 il successo e il ritorno dei film sugli squali: “Sharknado” è un esempio, ma forse sto diventando

Tv con più canali in contemporanea

Non conosco gente che li ha ma esistono.

Ologrammi

Il futuro della musica? Gli ologrammi dei musicisti defunti. Abbiamo già visto Tupac nel Coachella Festival 2012 e sembra
che nel 2016 ci sarà un tour mondiale con l’ologramma di Whitney Houston.

Gale e zemeckis stavano un bel po’ avanti.

Scrivi un commento