Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
11
Gen

Elvis & Nixon

È stato pubblicato, nel giorno in cui Elvis Presley avrebbe compiuto 81 anni, il poster ufficiale del film Elvis & Nixon. Il film, con Kevin Spacey e Michael Shannon nei panni rispettivamente del presidente degli Stati Uniti e di Elvis. Il film arriverà in sala nella primavera del 2016, prodotto da Amazon.
Il film è diretto da Liza Johnson e racconta la storia dell’incontro tra i due uomini più potenti d’America, avvenuto il 21 dicembre del 1970, che non fu mai raccontato al pubblico.

Indelible-Nixon-Elvis-631.jpg__800x600_q85_crop

La storia è iniziata a Memphis pochi giorni prima, quando il padre di Elvis , Vernon, e la moglie, Priscilla, si lamentavano perché la star aveva speso più di $ 100.000 sotto Natale, per 32 pistole e dieci auto Mercedes-Benz. Quindi Elvis ha guidato per l’aeroporto e preso il primo volo disponibile, che era per Washington. Fece check in in un albergo, ma poi si annoiava e allora ha deciso di volare a Los Angeles.

elvis-gun2

Elvis era in viaggio con alcune armi e la sua collezione di distintivi della polizia, e ha deciso che quello che voleva veramente era un distintivo dal Federal Bureau of Narcotics e droghe pericolose a Washington. “Il distintivo della narcotici rappresentava una sorta di potere ultimo di lui,” Priscilla Presley avrebbe scritto nel suo libro di memorie, Elvis and Me. ” egli credeva di poter entrare legalmente in qualsiasi paese indossando armi e portando tutte le droghe che voleva.”

Dopo un solo giorno a Los Angeles, Elvis chiese a Schilling di volare con lui di nuovo nella capitale. “Non ha detto perché,” Schilling ricorda, “ma ho pensato che il distintivo potrebbe essere stata parte della ragione.”

In viaggio verso Washington, Elvis scarabocchiato una lettera al Presidente Nixon. “Signore, io posso e voglio mettermi al servizio di questo paese in qualsiasi “, ha scritto. Tutto quello che voleva in cambio era distintivo di un agente federale. “Mi piacerebbe conoscerti”, ha aggiunto, informando Nixon che lui avrebbe soggiornato presso l’Hotel Washington sotto lo pseudonimo di Jon Burrows. “Sarò qui per tutto il tempo necessario per ottenere le credenziali di un agente federale.”

elvis-presley-his-honorary-drug-agency-badge-and-id-A2C4G2

Dopo essere atterrati, Elvis e Schilling hanno preso una limousine verso la Casa Bianca, ed Elvis lasciò la sua lettera ad un cancello d’ingresso verso le 06:30. Una volta effettuato il check-in presso il loro hotel, Elvis partì per gli uffici del Bureau of Narcotics e Droghe Pericolose. Ottenne un incontro con un vice direttore, ma non l’approvazione di un distintivo.

Nel frattempo, la sua lettera è stata consegnata a Nixon dall’aiutante Egil “Bud” Krogh, che è sembrato essere un fan di Elvis. A Krogh piaceva l’idea di un vertice Nixon-Presley e convinse i suoi capi, tra cui il Capo di Stato Maggiore Bob Haldeman, per farlo accadere. Krogh chiamò il Washington Hotel e organizzarono un incontro con Schilling.

Intorno a mezzogiorno, Elvis arrivò alla Casa Bianca con Schilling e la guardia del corpo Sonny West, che aveva appena arrivato da Memphis. In un abito di velluto viola con un enorme fibbia della cintura d’oro e ambra occhiali da sole, Elvis si presentò con un regalo, una Colt .45 montata in una vetrina che Elvis aveva strappato dal muro della sua villa di Los Angeles.
Questo è l’inizio.. il resto vi aspetta al cinema.
Nel cast anche Sky Ferreira, Colin Hanks, Johnny Knoxville e Alex Pettyfer.

elvis-nixon-poster-1

Scrivi un commento