Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
30
Dic

If faces were places

Nato come un semplice giochino scemo e rimbalzato via sms come una pallina da tennis sui telefoni di due dei tre fondatori di Heretic—studio di design inglese specializzato in illustrazione, serigrafia e grafica—If Places Were Faces è un progetto che unisce cultura pop, giochi di parole, ritratti illustrati e mappe, e che vede la città di Londra trasformarsi in una parata di volti noti, ciascuno in rappresentanza di una zona della città, la semplice assonanza del nome a fare da link tra personaggio e area.
Knightsbridge cita il caro vecchio telefilm Supercar e diventa così Michael Knightsbridge, Whitechapel si “breakingbaddizza” in Walter White Chapel, Penge -> Sean Penge, Ridley (Scott) Road Market… e via di questo passo, per un’ammucchiata di volti navigabile esattamente come una piantina di Google Maps, e una stampa serigrafata a due colori che si può acquistare online, cercando di indovinare i collegamenti—al limite del demenziale—e mettere alla prova la propria conoscenza di Londra.

faces-2

Scrivi un commento