Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
Little Simz
19
Ott

Little Simz, bomba a mano

Io a dieci anni volevo fare l’illustratrice di libri per bambini, poi
prendi posizioni, fai scelte o qualcuno sceglie per te, fatto sta che
è raro sapere cosa si voglia fare realmente della propria vita all’età
di dieci anni. Simbi ajikawo a dieci anni ha scritto la sua prima
canzone. E voi direte: e sticazzi? Come se fosse una novità ai giorni
nostri avere a che fare con bambini prodigio. Sì, avete ragione, ma
non stiamo parlando di una stronzetta con l voce da uccellino e
profumo all’acqua di rose. La canzone si chiama ‘achieve‘ e la bambina
adesso si chiama Little Simz ed è una delle tipe più stimate della
scena hip hop, e ricevere complimenti da kendrick lamarr e collaborare
con mos def non è proprio da tutti i giorni. ‘Sono sempre stata un
tipo lungimirante’ confessa seduta in studio l’artista ventunenne,
recitando le prime strofe di quella canzone scritta undici anni fa “In
10 years, I want to be a performer that can entertain/ And still
remain to do good things in life without having to go through strife.”
Simz sa perfettamente del potenziale musicale e creativo del suo
vissuto, ed è difatti il leitmotiv del suo album di debutto ‘a curious
tale of trials+persons”. Alla ragazza fu negato di studiare durante
la sua adolescenza, si mise da parte dei soldi lavorando il sabato e
una volta raccolta la cifra si è comprata un microfono e ha cominciato
ad allenare la sua arte in camera da letto, tenendo sveglio l’intero
vicinato di notte.
Mentre i ragazzini si godevano l’estate lanciandosi gavettoni e
scorrazzando in bici per il quartiere, simz registrava una canzone
dietro l’altra, trovava conforto nei big dell’hip hop, missy elliott,
dizzee rascal, lauryn hill, imparando a produrre musica e video.
Nel corso degli ultimi due anni ha pubblicato costantemente mixtape
che le hanno fruttato quasi 50k di followers su soundcloud, con
consensi da parte di j cole, kendrick lamarr e mos def come già vi
avevo anticipato. Kendrick sostiene che simz possa essere la più capa
a fare quello che sta facendo, alludendo ovviamente alla diversità
stilista, i temi intensi, il carisma che la giovane artista mette nei
suoi pezzi. ‘A curious tale’ è un miscuglio vivido di generi, dal
bombap al grime, delineando una specie di ritratto di come funziona il
suo cervello.
Il fatto è che little simz riesce a michiare suoni duri e grezzi a
assoli di chitarra, è un’artista che soddisfa qualunque necessità
creativa, ‘full of empty’ ne è la prova con un percorso che parla di
ansia, rabbia, frenesia e allo stesso tempo un sound degno di janelle
monae.
E proprio adesso che la sua carriera è ancora agli inizi, lei possiede
già l’equilibrio di chi ha già raggiunto tutto quello che si proponeva
di ottenere, alimentando continuamente la sua ambizione.
Il fatto è che little simz deve essere presa d’esempio non solo da i
giovani, ma da chiunque abbia un obiettivo nella vita; non smettere
mai di pensarci e va’ e fa’ quello che devi, perché solo così otterrai
ciò che vuoi.
Io l’ispirazione la trovo qui:

Scrivi un commento