Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
Rachel Denti
6
Nov

Rachel Denti, meravigliosamente onesta

Rachel Denti è un’artista originaria del Brasile, ma attualmente residente a L’Aia, nei Paesi Bassi, dove sta studiando Arte presso la Royal Academy of Art.
I lavori di Rachel Denti variano sia nella tecnica che nell’estetica, spaziando dalla grafica all’illustrazione, dalla pittura al disegno; uno dei suoi ultimi progetti è una fanzine intitolata Everyday Thoughts On Everyday Things, in cui delle brutali verità vengono scritte su oggetti quotidiani, a mo’ di slogan. Rachel Denti vuole rappresentare quella voce interiore che mette in discussione la nostra routine quotidiana; dalla maglietta con la scritta “Sempre Inadeguato” al bagnoschiuma e lo shampoo che citano “Nuovo giorno. Stesso comportamento autodistruttivo“, dalle sigarette “BFF” cioè “Best Friend Forever” al sacchetto dello shopping che ci ricorda che è “Una perdita di tempo“, Rachel Denti porta alla luce la triste realtà di quelle azioni quotidiane con la semplice incisività dello stile comics.

Rachel Denti

Dato che mi sono innamorata dei suoi lavori, e che per l’internet su di lei si trova poco o niente, ho deciso di provare a intervistarla. Qui sotto le mie domande strambe e le sue risposte tenerissime. Rachel, we love you.

CIAO! CHI SEI?
Ciao, sono Rachel, ho 23 anni e sono un’illustratrice Brasiliana in procinto di laurearmi in graphic design.

QUANDO HAI AVUTO IL TUO PRIMO CONTATTO CON L’ARTE? C’è STATA UNA FOTO, UN FILM, UN DISEGNO O UNA CANZONE CHE TI HA FATTO PENSARE ‘GESU DA GRANDE VOGLIO FARE QUESTO?
È difficile dirlo, sono cresciuta disegnando molto, e sono sempre stata quella creativa nella mia compagnia di amici, quindi in realtà ho sempre saputo che avrei voluto fare qualcosa che avesse a che fare con l’arte nella mia vita. Il fatto è che in Brasile dobbiamo scegliere in fretta se vogliamo affermarci, e il campo artistico e del design non sono considerati lavori di valore, e questo spesso ha messo in dubbio ciò in cui credevo, anche quando avevo già cominciato a studiare. Fortunatamente ho avuto accesso a questa cosa meravigliosa chiamata internet, grazie al quale ho scoperto tantissimi artisti talentuosi che mi hanno aiutata a rimanere ispirata, e mi hanno convinta che si possa vivere facendo ciò che ti piace. Quindi ho deciso di fare uno scambio scolastico in Olanda all’accademia di belle arti per un anno, e lì ho capito: è questo, da grande voglio essere un’artista.

C’È UNA DELLE TUE OPERE CHE PREFERISCI SU TUTTE?
La mia preferita è Brute Force, un dipinto che però ho perso facendo avanti e indietro dal Brasile. Quindi probabilmente ora è la serie Everyday Thoughts On Everyday Things, primo perché è il mio lavoro più onesto, e poi perché è stato diciamo il mio debutto, apprezzatissimo dal pubblico.

COME TROVI ISPIRAZIONE? CREDI CHE LA PERSEVERANZA GRATIFICHI NEL MONDO DELL’ARTE?
Come dicevo prima, tenere traccia di ciò che gli altri artisti facciano mi aiuta a sviluppare idee e percepire le possibilità che vengono offerte. Ma l’ispirazione nasce soprattutto dalle mie esperienze personali, specialmente quelle negative. È un modo per me di affrontare i problemi e sfogarmi senza sentirmi stupida o irritante per gli altri (cosa che succede spesso quando mi sfogo con qualcuno). Per quanto riguarda le gratificazioni, credo sia un fatto di perseveranza, lavorare duro ma anche un po’ di fortuna. È veramente semplice condividere i propri lavori con il mondo al giorno d’oggi, e renderli fruibili da tutti, ma devi avere anche il culo di trovare ogni tanto le persone giuste che guardino i tuoi lavori e decidano di spingerli tramite i loro social o blog rendendoli ancora più rilevanti.

COSA NE PENSI DEL CIBO? CREDI SIA MEGLIO ESSERE UN FRUTTO O UNA VERDURA AI GIORNI NOSTRI?
Io AMO il cibo, ed essendo vegetariana credo che essere sia un frutto che un ortaggio sarebbe comunque fantastico. A me piacerebbe un sacco essere un avocado, puoi preparare un sacco di piatti, e ti svelo un trucco: in Brasile l’avocado è considerato un frutto, e lo mangiamo con lo zucchero. Sembra strano, ma è delizioso, credimi!

VAI D’ACCORDO CON LA VITA?
Più o meno. Tendo ad essere molto negativa e mi faccio mille problemi per la maggior parte del tempo. Non è buono per me, ma quantomeno ho abbastanza materiale su cui lavorare. Mi conforta il fatto che se non fossi così, in questa condizione, se avessi una testa “normale”, probabilmente non creerei le opere che invece riesco a fare.

IL TUO PASSATO TI HA IN QUALCHE MODO INFLUENZATA NEL LAVORO CREATIVO?
All’inizio della mia adolescenza ero molto appassionata di anime e manga e provavo a copiare lo stile in ogni disegno che facevo. Il mio stile si è evoluto (per fortuna!), però i colori accesi, le linee semplici e qualche dettaglio carino è rimasto.

PROGETTI FUTURI/IMMINENTI?
Al momento sto lavorando al mio progetto di laurea, che è più o meno segreto, ma se tutto va come deve andare sarà incredibile; e poi probabilmente a fine anno farò uscire il secondo numero di Everyday Thoughts on Everyday Things.

HAI QUALCHE CONSIGLIO DA DARE AI NOSTRI ARTISTI IN ERBA?
Un classico che funziona sempre: credete in voi stessi! Postate la vostra roba online, fate conoscere il vostro lavoro tramite i social, create fanzine e tags, parlatene alle persone, non abbiate paura di mostrare loro cosa fate e approfittate di ogni opportunità. Ho questa teoria che se ami ciò che fai, la farai sempre bene, e inevitabilmente qualcosa tornerà indietro. Ho avuto lavori che ho odiato, anche se pagavano bene; lì ho capito che preferirei essere povera marcia ma fare ciò che mi piace, piuttosto che scendere a quel tipo di compromesso.

TRE COSE DI CUI NON PUOI FARE A MENO
il mio coniglietto Pancho, le sigarette e internet.

CIAO RACHEL!
Tchau!

Segui e supporta Rachel Denti

Follow Rachel Denti on Cargo Collective
Follow Rachel Denti on Behance

Un Attimo Graffiti

Scrivi un commento