Blog Graffiti

L'attimo è nel caos.
11
Gen

The artist: SECSE ONE

Era finito alla sbarra per danneggiamento aggravato e imbrattamento di cose altrui e il tribunale di Treviso lo ha riconosciuto colpevole e condannato a un anno e tre mesi di reclusione. L’imputato si chiama Francesco Bertocchi, ha 29 anni e abita a Gorgo al Monticano. Un nome comune, di un ragazzo come tanti altri, ma che però è molto conosciuto e apprezzato nel mondo dell’hip hop e della street art se viene riconosciuto come Secse: Francesco è infatti uno dei migliori e noti writer trevigiani. Personaggio che ha fatto volare la propria tag e i propri pezzi in tutta Italia e in mezza Europa, considerando che anche in Austria, Romania, Repubblica Ceca e Slovenia il suo nome impresso sui vagoni dei treni è tuttora leggibile’. Se cerchi Secse su internet, trovi questo, un articolo del 2010 in cui si parla di uno sbatti non indifferente: 15 mesi per aver pittato dei treni.
Sono passati un po’ di anni, Secse si è messo ‘ a posto ‘, ha addirittura fatto dei lavori con i ragazzi delle scuole di Azzano; il writer di Treviso si racconta qui sotto.

‘Il mio primo contatto con i graffiti è stato in un catalogo di vendita magliette, prevalentemente di gruppi musicali, sono rimasto colpito da alcune maglie con dei personaggi e delle scritte.Hai presente quelle cose super old school tipo personaggio col cappellino Kangol e il Ghettoblaster? Ecco una cosa del genere. Fortunatamente nello stesso periodo un mio compaesano si era avvicinato ai Graffiti anche lui in maniera casuale, e così abbiamo iniziato a infottarci, fare mille bozzetti, coinvolgerci a vicenda, informarci e negli anni poi viaggi, cresci e ti informi, ed eccomi qui.
Ho cominciato a vedere i primi graffiti nel ‘94.poi sono arrivate le prime prove in giro con gli spray, ma è dal ’96 che è iniziato il percorso più solido, il primo pannello nel 1997, per poi diventare fisso nel 2001’.

tumblr_inline_mwv59z5vpv1rwpb4z (1)

Il mio primo pezzo un po’ più curato, fu in hall of fame a Treviso, nel febbraio del ‘96.
Pensa che prima ancora di fare un hall of fame oltre a piccoli bomb in giro, ho dipinto qualche corriera, nel ‘95…il mio primo pezzo “viaggiante”!

Chi è che ha tirato fuori l ‘idea della vostra crew ?
Non capisco bene cosa intendi per “idea” se ti riferisci al nome One, effettivamente può essere vista come cosa originale, visto che molti writers mettono il suffisso “one” (o “oner”) accanto alle loro tag, in questo caso, One messo accanto alla firma, stava invece per Crew. La crew l’hanno fondata Viper e Bugs, era il 2001, il suo significato sarebbe stato “Orgasm Never Ending” anche se grammaticalmente scorretto, in italiano mi piaceva Ogni Nuova Emozi-one.
In tutta la mia carriera, non ho mai avuto un attaccamento particolare a delle persone della scena. Certo, stimo molto le persone che mi hanno insegnato direttamente o indirettamente delle cose, credo che alcuni personaggi siano stati molto importanti per quello che mi hanno trasmesso, e di loro apprezzo la personalità in alcuni, il coraggio in altri, lo stile e l’originalità in altri ancora. Certi hanno la combo di più elementi, e sono i più vincenti. Quando un pezzo non ricorda le lettere di nessun altro Writer e quando il tratto è “sicuro” e non “incerto”, allora funziona, in generale. Conta molto anche la scrittura in parte ai pezzi, come diceva Mastro K nel 2000…
Importantissimo e quasi indispensabile è conoscere la storia dei Graffiti, per lo meno nella propria città e Paese.

Chi pensi sia uno dei graffitari più potenti del momento?
In Italia Chob è il capo, e mi colpisce molto anche Lopes.Ci sono molti altri writer italiani che spaccano tutto, qui l’elenco sarebbe di almeno una 50ina.In Europa mi piacciono molto Horfe, Code, Kuanto aka Sien, Kraze, Kegre, Swet, Ewc crew e anche qui, tanti altri.

Horfee-IMG_6523

I graffiti, come tante altre cose, danno e tolgono. Grazie a questa passione ho potuto vivere le esperienze più fighe della mia vita, ho accresciuto la mia autostima, ho capito il vero senso della ‘possibilità di Essere’. Per alcuni periodi invece, i graffiti mi hanno tolto la vita sociale, zero locali, zero figa.. solo graffiti, graffiti e graffiti. E in età adulta, mi hanno tolto la fedina penale pulita.

muro

I miei accettano il fatto che sia la mia Passione, nonostante la pericolosità. Chiaramente mia madre non ama il bombing come un writer, ma non le ho mai nascosto nulla e quindi anche se non si interessano a pieno della cosa, dopo anni anche la tua famiglia sa quello che fai, volente o nolente. Anche per la mia ragazza è lo stesso; ha sempre saputo che i graffiti sono la mia più grande passione e che vengono prima di qualunque cosa.
A Lei piacciono i Graffiti, ma non è una cosa che segue, quindi è chiaro che a volte si annoia se deve starsene lì mentre dipingo o se parlo troppo di Graffiti con gli amici.

Perché lo fai?
Mi appaga tantissimo scrivere il mio nome. Sono egocentrico, mi intriga il concetto che c’è dietro al Writing, ovvero il fatto di riprodurre le lettere che sono un “minimo denominatore comune” però in maniera personale, quindi nel mio caso, in maniera mia.

Quando passerà la “moda”graffiti?
Se intendi la mentalità “trendy” che caratterizza certi ambienti e certe fanzine odierne, e credo anche certi siti, (ma non ho mai seguito troppo i Graffiti in internet), allora ti dirò che credo finirà quando i ragazzini impareranno il rispetto, quando i treni saranno impossibili da fare nel vero senso della parola, o quando esploderanno tutti i server della rete..ma in fondo è una moda figa e quindi chissà che permanga!

tumblr_mhg3viMLyf1s4hxexo1_500

Una città (o più) in cui vorresti dipingere?
Prima che io smetta di dipingere, mi piacerebbe molto andare a Berlino, Copenhagen ed Helsinky. E poi, visitare la Mecca dei Graffiti, New York, perché credo sia un esperienza da fare per chi ha seguito i Graffiti per anni.
Amo molto Milano, la prima città italiana in cui abbia mai visto pezzi fighi serii, ma anche Roma.

Perché lasciare segni come i preistorici facevano nelle grotte?
Perché non lasciare niente di sé agli altri?E poi sarebbe una follia non esprimersi

tumblr_nxobozvXKL1svxw4do1_1280

Scrivi un commento